Colpo a sorpresa della Regione Sardegna che, in conferenza stampa, per voce del Presidente Ugo Cappellacci ufficializza il proprio mandato alla società Saremar (di cui la stessa Regione è proprietaria) affinché compia i passi necessari per coprire le principali tratte con la penisola. In questo modo la Regione Sardegna intende intervenire in una situazione divenuta ormai insostenibile, grazie al "cartello" formato dalle varie compagnie di navigazione, che stava letteralmente mettendo in ginocchio il movimento turistico sardo.
L'operazione prevede l'utilizzo di navi, eventualmente anche a noleggio, che copriranno tre tratte principali collegando i porti della Sardegna Nord-Orientale e Nord-Occidentale con quelli della Penisola. I costi saranno molto contenuti e, come preannunciato da fonti giornalistiche, potrebbero aggirarsi intorno ai 50-70 Euro a persona.
Si tratta di un'iniziativa storica che tende a rompere l'isolamento della Sardegna e, soprattutto, ad intaccare il "cartello" messo in piedi da tutte le compagnie di navigazione (che, per questa stagione, hanno praticato aumenti fino al 200%) che non solo stava mettendo in ginocchio il settore turistico ma stava influendo decisamente sulla possibilità di movimento dei cittadini sardi e degli emigrati che, specie nel periodo estivo, fanno rientro nella propria terra.
Abbinato all'iniziativa regionale anche il "bonus sardo vacanza" una sorta di rimborso per tutti i cittadini comunitari che usufruiranno del trasporto navale per venire in Sardegna e che vi soggiorneranno per almeno tre notti.

Le notizie integrali ed il video della conferenza stampa sul sito Ufficiale della Regione Sardegna